Geotrails

Il Geoparco transfrontaliero propone itinerari escursionistici a tema geologico, che vi permetteranno di ammirare e conoscere le molteplici peculiarità geologiche del suo territorio.

 

Attivando i filtri di ricerca è possibile trovare l’itinerario più adatto alle proprie curiosità o capacità: dai percorsi di lunga percorrenza, su sentieri anche impegnativi (mai alpinistici), si arriva a proposte di brevi passeggiate di fondovalle, di tipo turistico (secondo la classificazione CAI).

Per ogni itinerario la scheda fornisce il percorso di dettagli con i singoli geostop, luoghi in cui è possibile osservare le caratteristiche geologiche peculiari dell’area. Vengono inoltre indicate attrezzatura necessaria, periodo consigliato, altitudine.

L'elenco dei geotrail è in continuo aggiornamento, con proposte sempre nuove, varie e di diverso grado di difficoltà, per conoscere tutto il territorio del Geoparco e le sue bellezze geologiche.

I geotrails sono percorsi in prevalenza su sentieri, di bassa, media o alta quota. Hanno diversi livelli di difficoltà, ma richiedono sempre, come ogni sentiero, alcune attenzioni. Scegliete il vostro geotrail tenendo conto delle vostre capacità e abbiate cura di avere sempre un abbigliamento e l’attrezzatura adeguata!

ATTENZIONE: eventi meteorologici possono rendere temporaneamente inagibili dei sentieri. Si consiglia sempre di informarsi sulla praticabilità del sentiero contattando la sezione CAI più vicina o il Geoparco, prima di intraprendere l'escursione.

Cavazzo. Tracce del vecchio corso del Tagliamento

La zona prealpina di Cavazzo e Cesclans è un luogo di grande interesse per capire come cambiamenti climatici, movimenti tettonici e dinamiche fluviali agiscono nel tempo cambiando il paesaggio.
L’itinerario proposto tocca due interessanti Geositi della Regione Friuli-Venezia Giulia: la Palude Vuarbis e la Rupe di Cesclans.

Lunghezza: 9,3 km
Difficoltà: Escursionistico

Leggi di più

Le miniere del Monte Cocco

Lungo il percorso si incontrano in più punti le testimonianze della passata attività estrattiva nell'area del Monte Cocco: il Villaggio Minerario e i resti di uno degli imbocchi delle gallerie di estrazione.

Lunghezza: 7,8 km
Difficoltà: Escursionistico

Leggi di più

Passo Volaia-Wolayersee

L’area del Lago di Volaia è un sito geologico di importanza internazionale, per la presenza di strati di roccia che sono testimonianza di ambienti di mare aperto e ambienti di scogliera.

Lunghezza: 4,8 km
Difficoltà: Escursionistico

Leggi di più

Passo Cason di Lanza – Findenig

Il Carbonifero e il Permiano sono ben rappresentati a nord del Passo del Cason di Lanza con ricche testimonianze fossili: vegetali, bivalvi, brachiopodi, ma anche le impronte di grandi anfibi.

Lunghezza: 11,40 km
Difficoltà: Escursionistico

Leggi di più

Pramollo-Nassfeld

Il Geotrail transfrontaliero Pramollo-Nassfeld permette di osservare nel dettaglio le rocce sedimentarie depositate alla fine del Carbonifero, penultimo periodo dell’Era Paleozoica.

Lunghezza: 10,7 km
Difficoltà: Escursionistico

Leggi di più

Zoufplan: depositi di mare e laghetti glaciali – Al momento il PIANO DELLE STREGHE NON E’ RAGGIUNGIBILE in auto causa ordinanza comunale.

Il geotrail si sviluppa sulle pendici del Monte Zoufplan e permette di osservare il passaggio tra la Formazione di Dimon, risalente al Carbonifero (penultimo periodo dell’era Paleozoica) e la Formazione dell’Arenaria di Val Gardena risalente al Permiano superiore (ultimo periodo dell’era Paleozoica). La Formazione di Dimon è costituita da depositi …

Lunghezza: 4,4 km
Difficoltà: Escursionistico

Leggi di più

Bordaglia: segni di orogenesi e glaciazioni

Percorso ad anello nell’Alta Val Degano che permette non solo di attraversare e raggiungere siti di suggestiva bellezza naturalistica, come il laghetto alpino di Borgaglia, ma anche di cogliere nel paesaggio gli evidenti segni lasciati delle enormi forze messe in gioco durante le orogenesi – ercinica e alpina – e in tempi più recenti dall’azione erosiva dei ghiacciai.

Lunghezza: 13 km
Difficoltà: Escursionisti esperti

Leggi di più
panorama zollner see

Zollner See: i segreti del paesaggio

È raro trovare un altro alpeggio nelle Alpi Carniche così bello e vario come quello che circonda la Zollner Höhe. Percorrendo il sentiero, s’incontrano il lago Zollner, vera perla della natura, e poi torbiere, dolci pendii e rilievi dalle pareti scoscese che svelano il segreto della formazione di questo paesaggio unico e delle sue forme.

Lunghezza: 4,4 km
Difficoltà: Escursionistico

Leggi di più

La sorgente e le grotte del Fontanon

Una geoescursione che permetterà di conoscere i fenomeni carsici che caratterizzano i calcari affioranti nell'Alta Val del But: in particolare l’itinerario porterà alla sorgente carsica del Fontanon e a una delle cavità che forma il complesso sistema sotterraneo del massiccio che sovrasta l'abitato di Timau.

Lunghezza: 4,7 km
Difficoltà: Escursionistico

Leggi di più

Il conoide di deiezione dei Rivoli Bianchi

L’itinerario geologico-naturalistico dei Rivoli Bianchi permette di scoprire le caratteristiche geologiche e geomorfologiche che rendono quest’area un geosito di interesse sovranazionale.

Lunghezza: 2,7 km
Difficoltà: Escursionistico

Leggi di più

La forra di “Las Calas”

La forra di Las Calas è un monumento naturale scavato dall’acqua nella roccia, levigandola e creando scenari suggestivi ed emozionanti.

Lunghezza: 3,35 km
Difficoltà: Escursionisti esperti

Leggi di più
Laas

Laas: la foresta fossile – geologia e uomo

La geologia non è soltanto roccia e montagne! La geologia guida la nostra vita, ci procura benessere e sviluppo culturale, ma anche angoscia e paura. Quasi nessun altro paese fornisce in un così breve tratto una prova tanto evidente come Laas che, con i suoi alberi fossili, possiede tra l’altro un monumento naturale di rango internazionale.

Lunghezza: 5,3 km
Difficoltà: Turistico

Leggi di più

La forra del Garnitzen

Nella forra del Garnitzen il sentiero si snoda attraverso formazioni rocciose suggestive, affiancate da torrenti che si trasformano in specchi d’acqua di un verde smeraldo. Rocce dai colori sgargianti, portate alla luce e levigate dall’acqua, corrugate e sospinte in alto, lasciano intuire le forze smisurate che hanno agito nel corso della storia della terra.

Lunghezza: 6,6 km
Difficoltà: Escursionistico

Leggi di più