Cos’è un Geoparco?

I geoparchi rappresentano una speciale categoria di territori che si stanno affermando,
a livello internazionale, per l’attuazione di attente politiche di tutela e di valorizzazione della geodiversità e del patrimonio geologico.

La Convenzione UNESCO

Già la Convenzione UNESCO del 1972 sulla Protezione del Patrimonio Culturale e Naturale Mondiale, all’art. 2, cita “i monumenti naturali costituiti da formazioni fisiche oppure da gruppi di tali formazioni, le formazioni geologiche e fisiografiche”.

Nei decenni successivi, diversi programmi internazionali di tutela, documenti e linee guida (la classificazione predisposta nel 1994 dal World Conservation Union, il programma Man and Biosphere – MAB dell’UNESCO, e molti altri) prevedono azioni per la conservazione di territori che rappresentano anche siti rilevanti dal punto di vista geologico.

Il programma Geoparks

Nel 1998 l’Unesco lancia il programma GEOPARKS. Due anni dopo, quattro aree protette di quattro differenti paesi costituiscono la prima Rete Europea dei Geoparchi (EGN, European Geoparks Network): la Foresta Pietrificata dell’Isola di Lesvos in Grecia, la Riserva Geologica di Alta Provenza in Francia, il Geoparco di Vulkaneifel in Germania ed il Parco Culturale di Maestrazgo in Spagna.

Dalla collaborazione tra questi 4 geoparchi hanno avuto origine numerose iniziative: dalla promozione del geoturismo all’educazione ambientale in campo geologico, dalla formazione alla ricerca scientifica. Ad oggi, la Rete Europea comprende 69 geoparchi in 23 paesi. Nel 2004, infine, viene istituita, sempre sotto l’egida dell’UNESCO, la Rete Globale dei Geoparchi (GGN, Global Geoparks Network).

Normativa in Italia e in FVG

La normativa italiana non definisce cosa sia un Geoparco: a livello nazionale si fa quindi riferimento alle indicazioni fornite dalla Rete Europea dei Geoparchi.

Nel 2016 la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia ha emanato la legge regionale n. 16 contenente “Disposizioni per la tutela e la valorizzazione della geodiversità, del patrimonio geologico e speleologico e delle aree carsiche” che, tra le altre sue finalità:

- riconosce il pubblico interesse alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio geologico e speleologico regionale

- istituisce e aggiorna il catasto regionale dei geositi e dei geoparchi regionali

- promuove la divulgazione e la fruizione pubblica compatibile con la conservazione del bene e l’utilizzo didattico e turistico dei luoghi di interesse geologico e speleologico.

Normativa in Austria

La normativa austriaca non ha, a sua volta, ancora recepito le indicazioni dell’Unione Europea con una legge che definisca i geoparchi; tuttavia, ben tre geoparchi con almeno parte della propria sede in territorio austriaco fanno già parte della Rete Europea dei Geoparchi.

Tra questi, anche il Geopark Karnische Alpen, ossia il versante austriaco del Parco Transfrontaliero delle Alpi Carniche, già Geoparco riconosciuto dall’Unesco.

In assenza di una normativa specifica sul tema del patrimonio geologico, anche in Austria si fa riferimento a quella europea, soprattutto per quanto riguarda le aree protette (Natura 2000, tutela paesaggistica, monumenti naturali ecc.).

RISORSE ESTERNE

CONVENZIONE UNESCO
Leggi la convenzione

STATUTO UNESCO
Leggi lo statuto

NORMATIVA REGIONE FVG
L.R. n. 15 del 14/10/2016

EUROPEAN GEOPARKS
www.europeangeoparks.org

ISPRA AMBIENTE
www.isprambiente.gov.it

MAPPE E DOWNLOAD