Esposizione Naturalistica “Preone 200 Milioni di Anni” – Preone

Indietro

L’area di Preone è nota innanzitutto come il sito paleontologico in cui sono stati ritrovati i resti fossili di Preondactylus buffarinii, specie di rettile volante (pterosauro) tra le più antiche del mondo.
L’esposizione “Preone – 200 milioni di anni” è dedicata quindi innanzitutto al prezioso sito fossilifero, oltre che all’illustrazione degli aspetti geomorfologici e naturalistici dell’area delle Prealpi Carniche.
Il percorso è suddiviso in due sale. La sala della geologia presenta la storia geologica dell’area nel Triassico, in particolare durante il Norico-Retico (tra i 215 e i 200 milioni di anni fa). I pannelli esplicativi, in italiano, inglese e tedesco, descrivono i fossili ritrovati nei siti della zona, alcuni dei quali hanno posto Preone al centro dell’interesse di paleontologi di tutto il mondo: il Preondactylus buffarinii, appunto, ma anche il Megalancosaurus preonensis, piccolo rettile arboricolo, e pesci predatori come la Birgeria, il Sargodon e il Saurichtys.
La sala dedicata agli aspetti naturalistici delle Prealpi Carniche illustra il territorio, anche attraverso un plastico in scala, e le sue caratteristiche geografiche e climatiche, importanti fattori che condizionano le biodiversità locali. Gli ambienti di faggeta, querceta e mugheta con i relativi tipici elementi della fauna, sono illustrati attraverso alcuni diorami.
Alcuni pannelli esplicativi descrivono la distribuzione altitudinale della vegetazione evidenziando la connessione tra ambiente fisico e flora, altri illustrano i rapporti ecologici tra animali ed ambiente.

Informazioni

Area:
Val Tagliamento / Alpi Tolmezzine
Esposizione Naturalistica “Preone, 200 milioni di anni” Palazzo Lupieri 33020 Preone - Italia tel. +39 0433 487779 fax +39 0433 487760 email: info@geoparcoalpicarniche.org